Salute

Ambulatorio Popolare Centro Storico: riparte il servizio medico gratuito

Oggi pomeriggio l’Ambulatorio Popolare Centro Storico ha riavviato il servizio medico gratuito per gli abitanti dei quartieri della Prima circoscrizione di Palermo. Tante donne si sono recate in ambulatorio per effettuare la propria visita ginecologica, una delle visite maggiormente richieste da marzo ad oggi, insieme a quelle cardiologiche. 

“La domanda di assistenza sanitaria è stata elevata fin da subito, sapevamo da tempo che il quartiere Olivella, come del resto gli altri quartieri popolari del centro storico, è carente di servizi rivolti alla persona, tra cui i servizi socio-sanitari. Attualmente il nostro ambulatorio conta più di 200 pazienti, tutti residenti della Prima Circoscrizione. Ci sembrano cifre elevate, che danno contezza della difficoltà di tantissime persone nell’accesso alle cure che dovrebbero essere garantite dalle istituzioni preposte a tale compito. Interi quartieri sono invece lasciati all’abbandono e all’incuria, sprovvisti di centri di assistenza, consultori e guardie mediche. Per questo motivo il nostro progetto propone un modello sanitario territoriale, incentrato sulla prossimità e il contatto costante con chi vive nei singoli quartieri” afferma Silvia Fabra, una delle volontarie del progetto.

L’Ambulatorio Popolare è nato in seno alla pandemia causata dal Covid-19, dunque in un periodo di crisi sanitaria globale che ha acuito l’isolamento e indebolito le reti sociali: paura e disorientamento sono state le sensazioni maggiormente percepite sul territorio. 

“Il nostro progetto si è sempre posto l’obiettivo di rispondere non solo alle difficoltà materiali che hanno in molti di accedere ai servizi sanitari, ma anche all’obiettivo di colmare l’assenza delle sistema sanitario, che di fronte all’attuale emergenza sanitaria si è impegnato in una gestione del tutto burocratica e che è avanzata a suon di decreti legge, ma che poco ha dato risposte e informazioni utili alla popolazione. Crediamo che la salute sia un diritto fondamentale di tutti e che tutti debbano avere la possibilità di prendersi cura di sè, riappropriandosi di saperi che riguardano ad esempio la prevenzione. E’ a partire dalla comunità che crediamo debbano nascere percorsi di auto consapevolezza e autogestione del benessere individuale e collettivo” conclude Silvia Fabra.

Numerose iniziative sono state organizzate in questi mesi dall’Ambulatorio Popolare, principalmente incentrate sulla prevenzione e sul mantenimento di un buono stato di salute tramite l’alimentazione e l’attività fisica. A breve si svolgerà un dibattito pubblico sui rischi durante la gravidanza, in presenza di alcune dottoresse volontarie dell’Ambulatorio che metteranno a disposizione delle famiglie dei quartieri alcune delle conoscenze necessarie ad un corretto stile di vita per le donne che intraprendono il percorso della maternità. 

di Redazione – EmmeReports

error: Content is protected !!