Politica Politica Regionale

Antudo Palermo contro Musumeci: “La protezione dei boschi non porta voti”

Con la stagione estiva torna puntuale il problema incendi e in queste ore in Sicilia, soprattutto nelle province di Catania e Palermo, ingenti ettari di territorio sono andati perduti.

E se il Governatore della Sicilia Nello Musumeci si è scagliato contro i piromani, per i quali ha invocato anche il carcere a vita, c’è chi ha puntato il dito contro la sua giunta. Per gli indipendentisti di Antudo, infatti, la cura del territorio e la gestione degli incendi dovrebbe passare innanzitutto dalla prevenzione. 

“La Regione continua a farsi trovare impreparata di fronte all’emergenza incendi. Bruciano intere montagne, boschi, riserve naturali; le fiamme spesso raggiungono i centri abitati costringendo la popolazione ad abbandonare le case; i danni ecologici, alla flora e alla fauna sono inestimabili. Succede ogni anno; eppure, la giunta Musumeci non è ancora stata in grado di presentare una programmazione che agisca sulla prevenzione” afferma Giovanni Siragusa di Antudo Palermo che rilancia l’appello alle Istituzioni affinché venga fatta prevenzione.

“Bisognerebbe innanzitutto intervenire sul comparto forestali con una riforma che faccia passare i lavoratori a tempo indeterminato per garantire una copertura del servizio di cura del territorio e prevenzione degli incendi tutto l’anno e non solo in alcuni mesi. Serve un adeguato controllo del territorio e il presidio attivo delle aree sensibili” – continua Siragusa che conclude dicendo: “Il vero problema è che continua a non esserci una politica pianificata. Probabilmente perché la protezione dei nostri boschi non porta voti”.

di Antonio Melita – EmmeReports

error: Content is protected !!