Calcio maschile Sport

Il Palermo vince e prenota i “play off”

Il Palermo, grazie alla rete di Nicola Valente, batte il Foggia e sale all’ottavo posto in classifica a tre partite dal termine della regular season di serie C.

E’ una vittoria fondamentale per il cammino del Palermo che, come nelle scorse partite, non ha brillato nel primo tempo, trovando la squadra pugliese più ordinata e pericolosa.

Da segnalare l’ottima prestazione del numero 1 rosanero Alberto Pelagotti che al minuto 10 è abile nel rispondere al tiro di Simone Dell’Agnello, al 24esimo minuto si ripete parando il calcio di punizione tirato da Alessio Curcio e due minuti dopo, sempre sul numero 10 della squadra pugliese, non si fa sorprendere respingendo con i pugni un tiro calciato con forza ma centrale.

  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti

Il primo tempo finisce con due incursioni rosanero, rispettivamente di Gregorio Luperini e Roberto Floriano, respinte dall’estremo difensore foggiano Ermanno Fumagalli.

L’arbitro Federico Longo di Paola manda le squadre negli spogliatoi: Palermo – Foggia 0 a 0.

  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti
  • Palermo FC - Alberto Pelagotti

Nella ripresa il Palermo entra con un piglio diverso anche se dopo 4 minuti è il Foggia a rendersi pericoloso con un tiro del solito Curcio che deviato per poco non beffa Alberto Pelagotti che lo vede sfilare alla sua sinistra.

Superato lo spavento i rosanero si gettano all’attacco e prima con Roberto Floriano e poi con Mamadou Kanoute rischiano di andare in vantaggio. Il momento è buono e Giacomo Filippi decide di sfruttarlo inserendo Andrea Saraniti e Moses Odjer al posto di Nicola Rauti e Gregorio Luperini. Con l’ingresso dell’attaccante di stazza il Palermo ha una soluzione in più con le palle alte, ma Saraniti è ben marcato e a rendersi pericolosi sono prima Moses Odjer, fermato in area con un intervento sospetto, e poi Francesco De Rose su cui salva l’estremo difensore pugliese.

Al minuto 80 è il momento dell’ingresso di Alberto Mario Santana, al posto di Mamadou Kanoute; dopo un minuto arriva il goal partita di Nicola Valente abile nel controllare il pallone in area e ad indirizzarlo nell’angolo dove Ermanno Fumagalli arriva in ritardo. Rosanero in vantaggio e Foggia che, in maniera confusa, si riversa in attacco senza però impensierire più di tanto.

Triplice fischio finale e Palermo, che con questa vittoria, si avvicina alla conquista dei play off.

Le formazioni:

PALERMO: 1 Pelagotti, 26 Marong, 16 Peretti, 15 Marconi, 29 Almici, 27 Luperini, 18 De Rose, 14 Valente, 20 Kanoute, 7 Floriano (C.), 23 Rauti.

Allenatore: Giacomo Filippi.

A disposizione: 12 Fallani, 2 Doda, 3 Corrado, 6 Crivello, 8 Martin, 9 Saraniti, 10 Silipo, 11 Santana, 13 Lancini, 19 Odjer, 21 Broh.

FOGGIA: 1 Fumagalli, 5 Anelli, 4 Gavazzi (C.), 2 Galeotafiore, 19 Kalombo, 3 Vitale, 33 Rocca, 15 Said, 23 Di Jenno, 10 Curcio, 9 Dell’Agnello.

Allenatore: Roberto Cau.

A disposizione: 22 Mascolo, 36 Jorio, 16 Agostinone, 17 Salvi, 27 Aramini, 28 Pompa, 30 Nivokazi, 32 Balde, 35 Turi.

ARBITRO: Federico Longo (Paola).

ASSISTENTI: Michele Somma (Castellammare di Stabia) e Francesco D’Apice (Castellammare di Stabia).

QUARTO UOMO: Mattia Ubaldi (Roma 1).

di Antonio Melita e Francesco Militello Mirto – EmmeReports

Antonio Melita

Commenta

Clicca qui per pubblicare un commento

Rispondi

Ascolta Radio Time!

Iscriviti a EmmeReports!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Seguici sui social

Resta aggiornato con le nostre news!

error: Content is protected !!