Rubriche Storia

Francesco Iacono: un pilastro della scherma palermitana

Un maestro, un amico ma, soprattutto, una eccellenza dello sport palermitano: Francesco Iacono.

Francesco Iacono è stato l’uomo che mi mise una spada in mano, facendomi innamorare delle armi bianche e conducendomi sulla pedana con le sue enormi competenze, lui che è stato capace di fare la Storia della scherma a Palermo.

Un curriculum magistrale sia come atleta che come maestro, Francesco Iacono inizia la sua attività schermistica all’età di 14 anni nel 1957, come allievo del Maestro Guido Triolo che lui stesso definiva: “padre che la guerra si è portato via”, per poi ritrovarsi ad insegnare scherma assieme a lui, all’età di 16 anni, presso l’Istituto Gonzaga.

Da Maestro ha insegnato all’Accademia Schermistica Palermitana, sempre sotto l’egida del maestro Guido Triolo ed ha fondato la Vojda Palermo, dove ha insegnato fino al 1979.

Nel 1980 il Maestro Iacono ha fondato il Club Scherma Don Bosco, nel 1990 la Beethoven Palermo, l’Athena Sport Club e dal 1995 al 2002 ha avviato alla scherma al Convitto Nazionale.

Dal 2002 al 2006, sempre insieme al maestro Guido Triolo, Iacono ha riaperto la scuola di scherma “Sala d’Armi Domenico Triolo”.

E’ stato Maestro presso l’Educandato Statale “Maria Adelaide” di Palermo e, dal 2004, presso la Sala d’Armi Trinacria.

Nel 2008 ha fondato l’Asd Club Scherma Santa Flavia di cui è stato Maestro e Vicepresidente. Non possiamo non ricordare i premi ricevuti dall’Associazione Italiana Maestri di Scherma, rispettivamente, per i 20 ed i 30 anni di insegnamento nel 1995 e nel 2005.

Pochi giorni prima della sua scomparsa, in un’intervista al Giornale di Sicilia, Francesco Iacono dichiarava: “Continuo solo per la grande passione. Con il maestro Triolo avevamo riaperto la sala al Palasport, ma è durata un paio d’anni. Non è facile ormai avvicinare i ragazzi alla scherma, sono distratti dalle tecnologie”.

Passione che lo portò ad insegnare scherma fino alla fine presso i giovanissimi degli istituti scolastici del quartiere Brancaccio di Palermo ed ai liceali di Bagheria, attendendo con fiducia i Campionati Italiani di Palermo2019; ma, purtroppo, il Maestro Francesco Iacono morì la mattina del 27 marzo 2019.

A fasi alterne della mia vita, il Maestro Iacono è stato un uomo che ho avuto sempre vicino, soprattutto dopo la riapertura, nel 2008, dell’ASD Scherma Santa Flavia.

A due anni dalla sua scomparsa, posso dire con orgoglio di essere stato testimone dell’opera di un grande uomo che ha portato avanti, con grande passione ed estrema competenza, la scherma a Palermo, sino alla fine dei suoi giorni… e per me, è stato un grande onore.

di Vittorio Emanuele Miranda – EmmeReports

Vittorio Emanuele Miranda

Commenta

Clicca qui per pubblicare un commento

Rispondi

Ascolta Radio Time!

Iscriviti a EmmeReports!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Seguici sui social

Resta aggiornato con le nostre news!

error: Content is protected !!