Politica Regionale

Emergenza cimiteri, Gelarda (Lega): “Unico atto concreto è un nuovo tendone della vergogna”

Cimitero dei Rotoli
Le dichiarazioni del capogruppo della Lega al Consiglio Comunale di Palermo Igor Gelarda sull'emergenza cimiteri.

“Ad oggi l’unica vera novità, rispetto a tutte le chiacchiere che abbiamo sentito, è la nuova tensostruttura, al momento vuota, ma che si riempirà in meno di un mese e che potrà ospitare altre 200 bare circa” a dichiararlo è il capogruppo della Lega, Igor Gelarda intervenendo sulla vicenda del Cimitero dei Rotoli che da qui a giugno potrebbe vedere 2.150 bare fuori terra, in attesa di tumulazione.

“Tutti coloro che accederanno al cimitero da oggi, e non hanno già una loro sepoltura privata, si immagina una media di circa 10 salme al giorno, finiranno tristemente a deposito” continua l’esponente della Lega ricordando che il nuovo cimitero è ancora “allo stadio di pensiero” e comunque molto piccolo e insufficiente per la città.

All’emergenza contribuisce il blocco del vecchio forno crematorio e tempistiche troppo lunghe, circa due anni, per la costruzione di quello nuovo.

“Una vasta area che permetterebbe la locazione di un altro migliaio di salme, la cosiddetta area 58-bis, è ancora sotto vincolo e ci vorranno alcuni mesi per sbloccarla e necessità di parecchi lavori, mentre l’accordo con gli altri cimiteri privati della città non prende forma” continua Igor Gelarda.

Il Comune di Palermo si sta affidando a 400 loculi prefabbricati, per i quali è stato richiesto un prelievo di emergenza dal fondo di riserva di 800 mila euro.

“Il pericolo reale è che a fine anno le salme a deposito potrebbero arrivare fino a 4000 con un cimitero che diventerà pieno di altre tensostrutture della vergogna. Per questa ragione, come gruppo Lega abbiamo chiesto alla soprintendenza se tali tendoni, proprio perché il cimitero rischia di diventarne pieno, siano stati autorizzati visto che quello dei Rotoli è un cimitero monumentale sotto vincolo della soprintendenza” ha concluso Gelarda.

di Redazione – EmmeReports

Redazione

Commenta

Clicca qui per pubblicare un commento

Rispondi

Iscriviti a EmmeReports!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 5 altri iscritti

Seguici sui social

Resta aggiornato con le nostre news!

error: Content is protected !!