“Liberateli”: in piazza per chiedere la liberazione dei pescatori sequestrati in Libia

By / 2 mesi ago / Politica Estera / No Comments
“Liberateli”: in piazza per chiedere la liberazione dei pescatori sequestrati in Libia

“Liberateli” è questo l’appello lanciato da un cartello di movimenti politici siciliani: Antudo, Figli di Sicilia, Siciliani liberi e Attiva Sicilia con il suo gruppo parlamentare all’assemblea regionale siciliana che hanno indetto una manifestazione per domani 21 novembre, alle ore 17, davanti il Teatro Massimo a Palermo.

Sono passati più di due mesi dal sequestro dei 18 pescatori di Mazara del Vallo da parte di militari libici. I pescatori, che erano a bordo dei pescherecci siciliani Antartide e Medinea salpati da Mazara del Vallo, sono ancora prigionieri delle forze militari del generale della Cirenaica, Khalifa Belqasim Haftar.

Per la loro liberazione l’autoproclamato LNA, l’Esercito Nazionale Libico, ha chiesto l’estradizione di quattro scafisti libici detenuti in Italia perché condannati dal Tribunale di Catania per quella che viene definita la “Strage di Ferragosto”.

In questi mesi sono stati solo i parenti dei pescatori e alcune associazioni sensibili a protestare per quello che è accaduto nel Mediterraneo l’1 settembre. Il dolore dei parenti si è riversato a Roma davanti Palazzo Montecitorio e in alcune piazze siciliane. 

“I familiari dei pescatori sono gli unici a pretendere notizie sulle condizioni dei loro cari e a chiederne la liberazione immediata. Silenzio assoluto o soltanto imbarazzanti interventi da parte della politica nazionale e regionale. Niente di concreto”.

Gli organizzatori della manifestazione chiedono con forza un impegno decisivo sia al governo italiano che a quello siciliano di Musumeci, accusati di aver fatto, fino ad ora, ben poco per ottenere la liberazione dei pescatori siciliani. 

“Di fronte all’indifferenza delle istituzioni, tutti i siciliani devono necessariamente scendere in piazza per riportare l’attenzione sul sequestro e per ottenere la loro liberazione. L’appuntamento a Palermo è fissato per sabato pomeriggio, alle 17, a piazza Verdi” conclude la nota degli organizzatori.

di Redazione – EmmeReports

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *

error: Content is protected !!