Archivi

Categorie

Tags

Heath Tips

  • In enim justo, rhoncus ut, imperdiet a
  • Fringilla vel, aliquet nec, vulputateDonec pede justo,  eget, arcu. In enim justo, rhoncus ut, imperdiet a, venenatis vitae, justo.Nullam dictum felis eu pede mollis pretium.

Mozione di sfiducia, Orlando contro tutti

Mozione di sfiducia, Orlando contro tutti
Condividi l'articolo

La seduta è iniziata alle 10 e continua, in questo momento, con le dichiarazioni di voto dopo l’intervento del sindaco Leoluca Orlando.

A breve il voto sulla mozione di sfiducia che, salvo sorprese dell’ultima ora, dovrebbe essere respinta.

All’esterno di un Palazzo delle Aquile “presidiato” dalle forze dell’ordine il deputato dell’UDC Vincenzo Figuccia, stamani, ha invitato i consiglieri ad essere coraggiosi, liberando così Palermo.

“I palermitani devono sapere chi tradisce Palermo e non vuole liberarla: rifiuti, cimitero, mobilità, sono oggi ragioni sufficienti per mandare Orlando a casa e faccio un appello perchè i consiglieri tutti, lo facciano senza indugi” afferma il deputato durante una diretta su Facebook.

“Ho appreso che il presidente del Consiglio comunale ha deciso di imporre che la seduta di oggi si svolga unicamente in presenza, senza permettere il collegamento a distanza. È una scelta incomprensibile e irresponsabile alla luce della recrudescenza dei contagi da Covid-19” ad affermarlo è la consigliera comunale Marianna Caronia.

L’ex consigliera della Lega – transitata poi al gruppo misto – ha contestato la decisione del presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando di non permettere il collegamento a distanza come formalmente richiesto da più consiglieri e da una Commissione.

“Ne prendo atto, preannunciando che non parteciperò al dibattito, a tutela della salute e della sicurezza mia, dei dipendenti del Comune e di tutta la nostra comunità. Le mie posizioni sono note a tutti, per cui sarò presente a Sala delle Lapidi unicamente al momento del voto” ha concluso Marianna Caronia.

di Antonio Melita – EmmeReports

Antonio Melita

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto