Eventi e Spettacolo Libri

“ioGero e vi racconto storie”, il libro di esordio di Gero Guagliardo

Io Gero e vi racconto storie
Gero Guagliardo presenta il suo libro di esordio “ioGero e vi racconto storie” pubblicato da Nuova Ipsa Editore e illustrato da Irene Roggero.

Sarà presentato oggi alle ore18,30 in diretta social il libro di esordio del palermitano Gero Guagliardo dal titolo “ioGero e vi racconto storie” pubblicato da Nuova Ipsa Editore.

Una raccolta di storie, o meglio, racconti, come ama chiamarli lo stesso scrittore, “copiati” dalla vita quotidiana. E’ proprio la routine giornaliera la protagonista indiscussa dell’intero testo concepito tra ottobre 2019 e febbraio 2020 e suddiviso in 44 brevi racconti, accompagnati da 8 illustrazioni della graphic designer Irene Roggero, che ha disegnato anche la copertina.

Gero Guagliardo, ricordato dal grande pubblico per la sua partecipazione al programma Mediaset Le Iene insieme al gruppo Malerbe, ha poi proseguito il suo percorso artistico e di vita fuori dal palcoscenico diventando filmaker, regista e blogger.

Sicuramente creativo e pronto a trasformare qualsiasi avvenimento quotidiano in sogno, plot, narrazione contemporanea ed ironica. Uno degli avvenimenti che, infatti, lo ha spinto a trasformare i suoi continui appunti disordinati e senza continuità è stata la nascita del figlio Andrea: evento che lo ha portato a rivedere la sua vita con occhi nuovi.

“ioGero e vi racconto storie” affronta sicuramente la paternità come tematica, ma anche l’amore, la rivincita, la voglia di riscatto. C’è l’Impresa intesa come sfida, ci sono gli eroi di tutti i giorni che non hanno un mantello ma magari stringono in pugno una busta dell’Esselunga.

C’è un bel po’ di Milano, città dove abita attualmente lo scrittore, ma c’è anche tanta Sicilia. 

“ioGero e vi racconto storie” è disponibile in tutte le librerie nazionali ed è rivolto ad un pubblico di ragazzi ed adulti di ogni età che hanno in comune tanta voglia di apprezzare la magia celata dietro i singoli momenti della vita apparentemente consuetudinaria.

di Alessandra Costanza – EmmeReports

error: Content is protected !!